Salta il contenuto
Il vino bianco ha i tannini?

Il vino bianco ha i tannini?

È una convinzione diffusa che il tannino è presente solo nei vini rossi. Sbagliato! Anche i vini bianchi, infatti, hanno una trama tannica, sebbene sia più lieve.

Il tannino è la molecola che dà struttura al vino, ma può anche dargli un aspetto ruvido. La presenza di tannini nel vino è da attribuire in primis al processo di vinificazione. Pertanto, la vinificazione in rosso spiega perché ci sono più tannini nel vino rosso che nel vino bianco.

Dove si trovano i tannini?

I tannini provengono da diversi elementi della vite e del grappolo. Pertanto, i tannini sono presenti negli acini dell'uva, nella buccia e nei raspi. Quando la fermentazione del mosto avviene in presenza di questi elementi, si libera il tannino. Il vino può quindi essere più o meno tannico. I tannini possono aggiungere struttura al vino e consentire un invecchiamento più lungo. Se vuoi saperne di più, puoi leggere il nostro articolo sui tannini nel vino.

Tannino e vino bianco

Il tannino deriva dai metodi utilizzati durante la vinificazione. Infatti, quando si vinifica il vino rosso, si conservano le bucce, i raspi e gli acini dell'uva per dare tannini al vino. È in questi elementi che si trovano i tannini. Il vino bianco invece è vinificato in modo diverso. Nel caso del vino bianco, infatti, i vinaccioli, i raspi e le bucce si conservano molto poco. Di conseguenza, il tannino nel vino bianco è molto meno espresso rispetto al vino rosso.

Scopri la nostra selezione di vini bianchi in Bag in Box

Articolo precedente Tempranillo, il vitigno spagnolo per eccellenza: caratteristiche e abbinamenti
Articolo successivo Il vitigno francese Colombard e i suoi vini

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di pubblicazione

* Campi obbligatori

VINBAGINBOX