Salta il contenuto
Tutto sulla decantazione del vino

Tutto sulla decantazione del vino

A seconda del tipo di occasione, la decantazione può essere semplice o elaborato. Il primo passo è determinare l'età e lo stile del vino da servire con largo anticipo rispetto al servizio.

Decantazione di vini giovani

Se il vino da consumare ha in etichetta tra 1 e 3 anni di annata, è considerato un vino giovane e deve essere travasato introducendo energicamente ossigeno. Questo approccio rapido alla mescita del vino è il più vicino a una cascata ed espone il vino alla massima quantità d'aria in un tempo minimo, permettendo ai tannini di addolcirsi e a far emergere aromi più complessi.

Per prima cosa, apri la bottiglia con attenzione in modo da non introdurre particelle di sughero nel vino, anche se se il tappo si rompe, può essere facilmente rimosso con un imbuto e un colino puliti. Quindi, versare il vino nel decanter, lasciando che il vino schizzi sul fondo e sui lati del decanter, quindi agitare energicamente il decanter per continuare a introdurre ossigeno nel vino. L'agitazione può durare alcuni minuti o essere effettuata periodicamente durante il consumo per favorire l'areazione e l'espressione del vino. Dopo aver agitato, utilizzare il decanter per servire in un bicchiere adatto.

Se il contenitore di decantazione non è visivamente attraente per il servizio in tavola, sciacquare accuratamente la bottiglia di vino e riportare il vino nella sua bottiglia originale, utilizzando un imbuto pulito o versando con cura liberamente. Questo ritorno alla bottiglia originale è chiamato doppia decantazione ed è accettabile e talvolta preferito per un'ampia gamma di scenari in cui è necessario decantare più vini.

Decantazione di vecchi vini

Quando si servono vini più vecchi o bottiglie di oltre quattro anni, è preferibile un approccio di decantazione delicata. Il movimento vigoroso e l'eccessiva aerazione possono disturbare il sedimento e urtare gli aromi più delicati.

Se il vino ha un'età significativa (8 anni o più) per la maggior parte degli stili, è utile avere a portata di mano un imbuto e un colino fine per rimuovere eventuali particelle. Quindi apri il flacone, tenendo presente che i flaconi vecchi potrebbero avere il tappo secco o danneggiato. Quindi versare lentamente nel decanter e assicurarsi che sedimenti e altre particelle non migrino nel decanter. Se viene rilevato un sedimento durante il versamento, utilizzare l'imbuto e il filtro fine oppure interrompere il versamento e lasciare riposare la bottiglia per alcuni minuti. Ciò consentirà al sedimento di raccogliersi sul fondo della bottiglia prima di ricominciare a versare.

Infine, mescola delicatamente il contenitore per introdurre lentamente e con attenzione l'ossigeno nel vino per un periodo di due o tre minuti. A questo punto il vino può essere travasato e lasciato aperto per far passare più ossigeno. Se il vino viene consumato all'aperto o in un ambiente profumato come un ristorante o vicino a un'esposizione di cibi aromatici, il vino deve essere tenuto sigillato per evitare che odori o agenti contaminanti entrino nella bottiglia.

Decantazione in base all'età e allo stile

Il tempo che un vino trascorre in un decanter dipende molto dalla sua età e dal suo stile. Come regola generale, più vecchio è il vino, più breve e scorrevole dovrebbe essere l'approccio di travaso:

  • Gli stili di vino giovani generalmente trarranno beneficio da un tempo di decantazione da alcuni minuti a diverse ore, ma probabilmente vedranno solo un miglioramento marginale dopo essere stati lasciati travasare per 6 ore o più.
  • Stili di vino rosso più leggeri come Pinot Nero, Gamay, Cinsault, Lambrusco e altre varietà a basso contenuto di tannino possono subire una decantazione dopo 4-5 ore, poiché i loro aromi più delicati potrebbero svanire.
  • Gli spumanti lasciati a decantare per più di un'ora perderanno la loro caratteristica effervescenza.
  • I vini bianchi si scalderanno e inizieranno a degradarsi dopo un periodo di 3-4 ore di regola, anche se diversi stili popolari e costosi di Chardonnay possono beneficiare di una decantazione prolungata di 4-5 ore.
  • I vini rossi corposi, con stili tannici come Barolo, Barbaresco e Cabernet Sauvignon più giovane diventano più abbordabili dopo una decantazione prolungata e sono noti per migliorare con un travaso di 12-24 ore dopo essere stati lasciati in un contenitore. le loro bottiglie.
  • I vini più vecchi richiedono un approccio molto più misurato, poiché l'introduzione di ossigeno degrada rapidamente i loro aromi delicati. Con i vini più vecchi è preferibile optare per cautela e limitare il più possibile i travasi prolungati, superiori alle 4 ore.
Articolo precedente Cabernet Franc, caratteristiche e abbinamenti
Articolo successivo Le tipologie di bicchieri per la degustazione del vino

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di pubblicazione

* Campi obbligatori

VINBAGINBOX